Warning: Undefined array key "osjs" in /home/grimo684/public_html/wp-content/plugins/opensea/class-frontend.php on line 7

Cerchio Magico

Il Cerchio  Magico  : Magia cerimoniale

Questa figura geometrica rappresenta lo stato della sostanza primordiale, impalpabile e trasparente, uniforme e indifferenziata. Infatti il Cerchio sprovvisto di angoli e di spigoli simboleggia l’armonia, che grazie all’assenza di opposizioni, come l’alto e il basso, ecc., traduce l’indifferenziato in un’uguaglianza di principi. È il simbolo dello spirito e dell’immaterialità dell’anima. Il simbolismo del Cerchio è duplice, sia magico sia celeste. Questa figura come cielo rappresenta la dimensione intellettuale e spirituale.

Infatti nella sua opposizione al Quadrato, questa figura geometrica incarna il cielo in rapporto alla terra, a tutto ciò che è materiale. Il Cerchio come cielo è collegato al il ciclo perenne della vita.

Questo concetto è ben espresso dalla circonferenza, figura geometrica nella quale non è dato distinguere il principio dalla fine, simbolo dell’eternità e quindi di perfezione. Il movimento circolare, che è anche quello del cielo, è perfetto, immutabile, senza inizio né fine, né variazione; questo fa si che esso possa rappresentare il tempo, il quale, a sua volta, può essere definito come una successione continua e invariabile di istanti tutti identici gli uni agli altri, e da qui il concetto di ciclicità. La circonferenza determina anche un limite separatore tra la superficie interna definita e quella esterna infinita.Il simbolismo del Cerchio è strettamente legato a quello del centro, in relazione all’unità primordiale. È il luogo sacro dove si concentrano tutte le energie materiali e spirituali.

Di questa circonferenza, i quattro elementi sono i raggi. Il centro, che è anche punto centrale della croce, è il punto dal quale i raggi si dipartono ma al qual peraltro convergono. È simbolo quindi del Principio da cui tutto trae origine e cui tutto ritorna.

Presso i popoli primitivi la circonferenza con il punto centrale è ancora la raffigurazione del Sole, il cui calore è associato all’amore, e la luce alla bellezza e alla verità. Il Cerchio, come cerchio magico o sfera, è un tempio ben definito, pur non essendo uno spazio fisico. Il Cerchio magico ha origini antiche. Alcune sue forme erano utilizzate nell’antica magia babilonese.

Cerchio magico esoterico

Il cerchio magico è un rituale altamente praticato nella magia cerimoniale, ad esempio nella magia salomonica, le sue origini sono molto antiche, veniva infatti già praticata nel periodo a cavallo tra Medioevo e Rinascimento.

In ambito ritualistico, il Cerchio magico è volto a creare attorno al praticante di magia uno spazio nel quale vengono richiamate le energie che occorrono per la realizzazione dell’incantesimo o del rituale. Si tratta di una forma di protezione, atta a tenere fuori le eventuali energie negative.

Il cerchio è quindi uno spazio sacro, privato e protetto, all’interno del quale si possono compiere rituali, e altre pratiche spirituali. Le energie in esse contenute favoriranno il buon esito dell’incantesimo. Una sorta di confine tra magia e realtà.

La forma del cerchio magico, che simboleggia armonia e perfezione, attinge alla figura geometrica che rappresenta la pienezza, la continuità e la ciclicità. ll cerchio è un archetipo; un vero e proprio simbolo di completezza.

Come creare un Cerchio magico

Il cerchio magico, quando ci si trova all’aperto, può essere “tracciato” già dalla natura, ci sono cerchi di alberi che rappresentano degli ottimi cerchi magici in grado di amplificare le energie, si può creare con delle erbe protettive (rosmarino, salvia, con delle pietre ). Nel momento in cui si deve eseguire un rituale in casa, o si deve meditare, si può creare un cerchio magico. Lo si può tracciare utilizzando del sale o delle candele o delle pietre.

Per tracciare il cerchio può essere utilizzato anche un athame, il pugnale cerimoniale o con la spada della strega . Ma si può anche tracciare un cerchio magico ideale nel frattempo, recitando una formula o segnandone i confini con la punta della bacchetta magica camminando .

Il Cerchio Magico è fondamentale. È l’area in cui l’officiante decide di svolgere il proprio rituale. Questo è uno spazio sacro, in cui chi opera si mette a contatto con determinate energie, circondato da rune o simboli sacri alla Dea ed al Dio. Inoltre è molto importante circuire un’area magica per il semplice fatto che una persona è al riparo sicuramente dalle energie negative, ma oltre a questo, in esso viene trattenuto il potere personale.

Si distinguono due principali tipi di Cerchi magici. Quelli utilizzati dai Maghi cerimoniali di ieri (e di oggi), sono designati a proteggere il Mago dalle forze che evoca. Per le streghe il cerchio viene utilizzato per creare uno spazio sacro, nel quale gli umani incontrano la Dea e il Dio, o comunque con le varie divinità a cui si richiede aiuto.

Il cerchio, è un tempio ben definito, pur non essendo uno spazio fisico.

Ovviamente la prima fase di delineare lo spazio si fa sempre con l’Athame, cercando di far uscire dal nostro corpo tutto il potere necessario e cercando di visualizzarlo come una luce che invade l’intero spazio. Molte persone delimitano questo spazio in vari modi e a loro gradimento (per esempio ponendo ad ogni punto cardinale dei fiori, candele o delle pietre… oppure delimitando con un gessetto e ponendoci sempre delle pietre tutt’intorno, o dei fiori o sale, oppure una corda o addirittura i Tarocchi), poiché la fantasia è sempre benaccetta, basta che si rimanga in tema con il rituale.

Il cerchio di solito misura nove piedi, ma non è una regola base, basta che si possa stare al suo interno comodamente, per cui è bene segnare uno spazio comodo per muoversi tranquillamente.

Il Nord indica l’elemento Terra, quindi potete porre per segnare quel punto cardinale una coppa con al suo interno del sale o della Terra. L’Est indica l’elemento Aria e a questo punto cardinale viene associato l’incensiere. Il Sud sta ad indicare l’elemento Fuoco, quindi nulla di meglio di una bella candela accesa. Invece l’Ovest indica l’elemento Acqua e può essere rappresentato con una coppa piena d’acqua o una tazza. Questi oggetti, solitamente, vengono disposti sull’altare nella posizione corrispondente al punto cardinale a cui appartengono, ( naturalmente devono essere stati consacrati prima dell’utilizzo.) E’ importante, prima di creare il cerchio magico, di purificare la zona con dell’incenso o facendo l’atto di spazzare terra (ma senza realmente toccare terra) con una scopa (strumento importante della strega). Giustamente è buona regola, prima di compiere un rituale, purificare anche se stessi. Ci sono vari metodi per purificare se stessi, ma quello più semplice è sicuramente fare un bel bagno rilassante, sgomberare la mente da pensieri negativi, ungere il proprio corpo con olio essenziale ed indossare abito rituale consacrato.

Il rituale scritto da Tristania è un ottimo rituale di purificazione, pertanto potete prendere come esempio quello. Ricordatevi che prima di attuare un rituale c’è tutto un procedimento interiore da osservare, e la prima cosa è sicuramente purificare mente e corpo dalle negatività. Assicurati che il luogo sia privato e libero per tutto il tempo della cerimonia. Essere interrotti nel bel mezzo di un rituale è un’esperienza frustrante e anche pericolosa.

Mettere  tutti gli oggetti che si  prevede di usare nel rituale all’interno del cerchio. Una volta che si  inizia la pratica, si dovrebbe  rimanere dentro e non rompere la connessione finché il rituale non è completato. Non  si può fare una “pausa” e andare a prendere una candela o un totem importanti dopo che si  ha iniziato il rito. Raccogliere tutto il necessario per iniziare e prepararsi.

Se si haintenzione di offrire qualcosa a uno spirito, ricordarsi di includerlo assieme a tutto il necessario per prepararlo.

Altri oggetti comuni da includere nel rituale sono totem, candele nere, cristalli, coltelli, campane, ciotole di sale e ciotole di acqua. Sistema questi oggetti, qualunque cosa essi siano, per formare un altare. Prendi un piano su cui disporli, come una scatola o una cassa con una piccola tovaglia nera. L’altare deve essere rivolto a nord, quando sei nel cerchio, per completare rituale.

Evocare energia dal cerchio

Anche per questo passaggio esistono molteplici metodi, tutti sbagliati e giusti al tempo stesso.

Per evocare energia può bastare la semplice visualizzazione; ma molti preferiscono danzare lungo la circonferenza del Cerchio o “giocare” con i disegni di fumo creati dal vostro incenso.

L’importante anche in questo caso e che vi ricordiate che state preparando una vera e propria occasione per incontrare il Dio e la Dea, e nulla di quello che fate deve essere lasciato al caso.

Ecco fatto, ora dovreste sapere come creare un Cerchio, quindi, potreste sentirvi pronti per il vostro primo rituale…

I rituali sono strettamente personali, esperienze intime che le streghe preferiscono tenere per se’, ma vogliocondividere con voi quello che è lo scheletro di un mio rituale tipo.

Esistono decine di metodi diversi per la creazione di un Cerchio, tutti giusti e sbagliati al tempo stesso; quale di essi sia il più adeguato, lo possiamo dire solo noi. Ogni Wiccan, ha la sua idea di Cerchio, e quello che per uno può essere il metodo migliore per un’altro potrebbe non voler dire lo stesso.

Il Cerchio può essere creato fisicamente; con del sale e poi elevato energeticamente con l’Athame. Oppure semplicemente visualizzandolo, una sottilissima striscia di luce che circonda voi e il vostro Altare.

Apertura del cerchio. Mettersi al centro della stanza, respirate, spostatevi verso Nord, e tenendo la mano con cui scrivete staccata dal corpo, con l’indice puntato verso il basso, camminate in senso orario e mentre pronunciate le parole che seguono, immaginate di tracciare un cerchio con l’indice (compiere il giro 3 volte):

Formula di apertura cerchio

“Io ti evoco, o grande cerchio del potere, perchè tu unisca il mondo materiale e quello degli spiriti, perchè tu sia un luogo d’incontro, di perfetto amore fiducia pace e gioia, contenitore del potere che voglio suscitare in te. Chiamo i guardiani del Nord, dell’Est, del Sud e dell’Ovest, perchp mi assistano in questa consacrazione. Nel nome del Signore e della Signora. Io ti evoco, o grande cerchio del potere”. Voltarsi a Nord, premere la mano per terra e dite : Al di sopra e al di sotto questo cerchio è sigillato

Richiameremo i quattro elementi e le quattro direzioni cardinali per invitarli a prendere parte al nostro cerchio. Questo può venire aperto semplicemente con le nostre mani, con l’uso di un athame, aiutandoci con la visualizzazione, tracciandolo effettivamente in terra mediante l’uso di oggetti (candele, sabbia ecc ecc.. le formule di apertura non sono tutte uguali, è a discrezione del praticante recitare la formula che ritiene più appropriata. Eccone un altro  esempio

Formula

Io ti evoco grande Cerchio di potere, che tu sia contenitore di pace, amore e giustizia.
Aiutami in questa consacrazione che io faccio nel nome della Vergine, della Madre e dell’Anziana
.

Al di sopra e al di sotto questo cerchio è sigillato. Che faccia da porta tra i nostri due mondi, dandomi il potere richiesto.
Tutto ciò che può danneggiarmi rimanga all’esterno, quello che può darmi serenità ed equilibrio sia il benvenuto!

Oppure potete adottare questa variante:

Rivolgetevi a est con la bacchetta. Puntate la punta verso terra, lontano dal corpo. Percorrete il perimetro in del cerchio in senso orario per tre volte visualizzando un fuoco bianco o azzurro che esce dalla bacchetta e incidendo nel terreno il confine del cerchio. Mentre camminate, recitate:

Io ti creo oh cerchio di potere

che la tua magia grande e possente sia

che il piano fisico da quello spirituale tu possa dividere

e che in questo spazio ogni magia possa respirare e vivere

tempo, spazio e materialità

tra i mondi piu non sarà

presente futuro e passato qui s’incontrano

vecchi e giovani dì e notte qui s’aggregano

la mondanità in questo luogo posto nel tempo avverrà

da queste parole il cerchio legato sarà”

– Invocazione agli Dei. Questa può essere a discrezione di ogni officiante. Semplice invocazione, ringraziamento o qualsiasi cosa il vostro cuore vi suggerisce. Le divinità possono essere richiamate come generici archetipi ( Madre e Padre ) o si può scegliere di invocare una divinità prescelta del proprio pantheon o magari inerente alla fase lunare, al Sabbat, all’ Esbat, all’intento prefissata

Invocazione dei Guardiani

Dopo la tracciatura del Cerchio magico, occorre invocare gli spiriti elementari che presiedono le quattro direzioni, nord, oriente, sud, occidente. Ad ognuno di loro è associato uno specifico campo ed emozione

Dal cuore della notte invoco i guardiani delle torri del nord, i poteri della madre della terra,ascoltateci!

Dal cuore della notte invoco i guardiani delle torri dell’est i poteri dell’aria e dell’invenzione,ascoltateci!

Nel cuore della notte invoco i guardiani delle torri del sud, i poteri del fuoco e dei sensi,ascoltateci!

Dal cuore della notte invoco i guardiani delle torri dell’ ovest i poteri dell’acqua e dell’intuizione,ascoltateci!

Il cerchio rappresenta una sorta di luogo protetto dove potrete entrare ogni volta che sentirete il bisogno o che avrete la necessità di varcare il confine

Formule di chiusura cerchio

Camminare in senso antiorario da ovest, poi sud, est e nord, riassorbendo l’energia con l’indice. Quando tornate a Ovest, premere la mano per terra e dite:

“Questo cerchio è aperto ma non spezzato, che sia così. Noi siamo le persone, noi siamo il potere, noi siamo il cambiamento. Felici ci troviamo e felici ci separiamo, finchè ci incontreremo di nuovo felicemente”

Oppure tracciare il Cerchio in senso antiorario partendo da nord


“Questo cerchio è aperto e mai spezzato.
In pace ci siamo incontrati e in pace ci salutiamo, felici perché presto ci vedremo
ancora”

Oppure Partite dal Nord procedendo in senso antiorario. Per aprire il cerchio è necessario un giro completo. Rivolgetevi a nord con la punta della bacchetta verso terra. Visualizzate la fiamma bianca o azzurra con la quale avete creato il cerchio che viene riassorbita nella bacchetta. Percorrete lentamente tutto il perimetro del cerchio recitando:

“Il cerchio, benchè aperto, resta intatto

a proteggere ciò che è stato fatto

in perfetto amore e perfetta fiducia

adesso ce ne andiamo

che ai nostri doveri tornar dobbiamo

con gioia sempre ci incontriamo

e con gioia ci salutiamo

finchè di nuovo ci riuniamo”.

Quando raggiungete di nuovo il Nord, fermatevi un attimo. Poi spostatevi al centro del cerchio e recitate:

“Il rito è terminato e in pace me ne vado

ma il Signore e la Signora desidero ringraziare

anche gli elementi e tutti gli altri strumenti

che mi han voluto aiutare

buon viaggio vi voglio augurare

e le mie benedizioni vi prego di accettare”.

CERCHIO ANCESTRALE DELLE SABBIE

Mettete una coppa piena di sabbia in quello che sarà il centro del cerchio. Stando in piedi, chinatevi e prendete una manciata di sabbia. Poi facendo scivolare lentamente la sabbia tra le dita, in modo che ricada nella coppa, recitate l’evocazione che segue. Sollevate la mano, fate alcuni movimenti circolari in senso orario quindi abbassatela lentamente con il movimento a spirale sino all’altezza del vostro viso. Contemporaneamente visualizzate il cerchio magico ruotare sulla vostra testa e scendere fino al livello della mano. Quindi visualizzatelo ruotare in senso orario attorno al vostro corpo, senza arrivare ancora in terra. Visualizzatelo per qualche istante come un’energia purificatrice. Rallentate il movimento del cerchio, fino a fermarlo. Girate la mano, in modo che, aprendola, la sabbia cada nella coppa, e dite: Io ti evoco, grande cerchio di potere. Trasformo la tua pura energia in un calderone magico. Aprite la mano, facendo lentamente cadere la sabbia nella coppa e dite:Come le sabbie del tempo si dissolvono nell’unità dell’universo, chiamo gli Antichi a proteggermi e donarmi la loro sapienza. Antichi antenati, custodi del mio lignaggio, io vi chiamo. Sorgete e attraversate questo ponte di energia creato per voi! Dopo aver fatto cadere tutta la sabbia nella coppa, battete con forza le mani e dite: Così in alto così in basso: questo cerchio è sigillato. Visualizzate il cerchio che a questo punto scende fino a terra, come se fosse una tenda, avviluppando tutti i presenti in una perfetta bolla protettiva.

Per cancellare: visualizzate il cerchio rientrare nella sabbia mentre muovete la mano in senso antiorario sulla coppa. Prendete l’athame e piantatelo nel centro della sabbia visualizzando l’energia positiva entrando nella mano dite: Questo cerchio è aperto, ma mai spezzato.

IL CERCHIO DELLA MANO DI GLORIA

La leggendaria “mano di Gloria” appartiene a una macabra storia nata nel medioevo. Questo terrificante incantesimo, attribuito a Alberto Magno, richiedeva la mano mozzata di una persona giustiziata per impiccagione o strangolamento. La mano veniva seccata e conservata nella cera vergine. Si dice che la luce prodotta dal cero così ottenuto “paralizzasse completamente la facoltà mentale e fisica di chiunque cadesse sotto il suo influsso”. L’incantesimo aveva una duplice funzione: proteggere il praticante e tenere lontano il male. Ovviamente oggi nessuno usa piu la mano di un cadavere, ma alcune Streghe praticanti adottano una moderna versione. Sebbene l’incantesimo della Mano di Gloria fosse piuttosto negativo, noi lo trasformiamo in energia positiva. Per tracciare questo tipo di cerchio, l’energia è guidata dal vostro dito indice. Puntate l’indice verso il pavimento, visualizzando sulla punta del dito un punto luminoso. Questo punto si espanderà di colpo e con grande rapidità in tutte le direzioni. Per cancellare, fate la visualizzazione al contrario, riportando il punto luminoso sul vostro dito indice. Potete restituirla all’universo come energia guaritiva o protettrice, oppure riassorbirla nel copro sotto forma di energia positiva.

IL CERCHIO ENERGETICO

Fate devozioni all’altare, radicatevi e concentratevi entrando in sintonia con voi stessi. Senza muovervi ad occhi chiusi tessete una rete di energia purificatrice in senso orario in tutta la stanza. Quando avrete terminato, visualizzate la rete raccogliere tutta l’energia positiva che vi serve per il cerchio. Attirate l’energia sulla mano sinistra e concentratevi sugli elementi che raccolgono potere per rafforzare la vostra operazione. Assorbite questo potere e chiudete la rete nella vostra mano sinistra.

Spiriti elementali

Signori dell’antichità, davanti a questo altare

sto con sincerità.

Pace e amore

vengano a me

in verità e in serenità.

Perfetto amore e luce perfetta

a me sia diretta,

e a questo luogo armonia si trasmetta.

Così io voglio, che sia così

In un unico movimento giratevi verso sinistra, sollevate il braccio sinistro e gettate l’energia al suolo (visualizzando un cerchio che erompe istantaneamente al suolo) e battete il piede nello stesso momento in cui il getto d’aria colpisce la terra. L’energia si allarga in un cerchio perfetto: come in alto, così in basso. Può sembrare strano, ma è un’esperienza meravigliosa.

Per cancellare: ritrasformate mentalmente il cerchio nella rete iniziale, riassorbitela nella mano.

EnglishFrenchItalianSpanish
WordPress Cookie Notice by Real Cookie Banner